Il Vertical

Come si svolge il Vertical Olimpo?

Qui te lo spiegheremo e ti descriveremo il tracciato: ti permetterà di analizzare la gara in tutto il suo sviluppo.

Piccola nota: fino al 2016 si chiamava Salita all’Olimpo. Solo dal 2017 abbiamo deciso di cambiarne il nome adeguandolo al tipo di competizione.

.gpxScarica traccia .kmlScarica traccia

 

La partenza è in località Cruden, a ridosso dell’omonima casera.
Il primo tratto segue la strada forestale che sale in casera Fedarole. Subito si svolta a destra per una fitta faggeta che rapidamente riporta al sentiero CAI 935.

step_1

Ritrovata la strada c’è modo di rifiatare ma, dopo un prato, si comincia a risalire un ghiaione via via più insidioso. Inizialmente ci si districa tra massi e rocce, poi tra depositi di sassi e ghiaia che cedono sotto il peso.

step_2

La pendenza si attenua per poco: dopo un breve tratto tra qualche roccia affiorante, ciuffi d’erba e conifere di basso fusto si attraversa d’improvviso il colatoio iniziando un verticale sentiero che porterà rapidamente alla buréla. Primo ristoro: c’è la possibilità di bere.

 

step_3

Dopo la buréla

Qui il lo scenario cambia. A 1.800mt di quota, raggiunto un pianoro costellato di massi, si abbandona il sentiero CAI e tenendosi sulla sinistra si sale lungo uno stretto e ripidissimo canale, aiutandosi con le funi predisposte dal Soccorso Alpino. Raggiunta la sommità, subito dopo il secondo ristoro si attraversa con cautela un enorme deposito di rocce seguendo le balise rosse. Tenendosi sulla sinistra si comincia a salire per un ghiaione cedevole ed insidioso.

step_4

La fatica si fa sentire: si sale per le lope, cercando gli scalini adatti al proprio passo. Si vede forcella Federole, cima Piai. Si intuisce dove si trova la cima dell’Olimpo.

step_5

Si sale dritto per dritto, la verticalità si sente. Si scollina e si attraversa in sicurezza un altro passaggio chiave: un traverso esposto ben attrezzato. Poi comincia l’ultima rampa: si sentono gli incitamenti ed in pochi minuti si raggiunge la vetta, con una vista mozzafiato che a 360° permette di vedere la conca dell’Alpago, le Dolomiti, le montagne friulane e le prealpi.

Olimpo raggiunto!

step_6

La discesa sarà in autonomia e ripercorrerà lo stesso tracciato: salvo l’aggiramento della buréla per il tracciato originario del sentiero CAI 935. Il supporto dei volontari dell’organizzazione è garantito fino alla fine della manifestazione.

Tracciato e altimetria Openrunner:

 

Facebookgoogle_plusmail